La distanza della maratona non venne subito standardizzata e fino alla maratona olimpica del 1924 essa ebbe diverse variazioni, comprese tra i 40 e i 42,75 chilometri. Nei primi anni la distanza della maratona era di circa 40 km, cioè la distanza tra Maratona ed Atene. La maratona olimpica del 1908, svolta a Londra, doveva originariamente partire dal Castello di Windsor e finire allo Stadio Olimpico, con un percorso di 26 miglia esatte (pari a circa 41.843 metri) a cui gli organizzatori aggiunsero 385 iarde (ossia circa 352 metri), in modo da porre la linea di arrivo davanti al palco reale. La distanza risultante fu in tal modo di 42.195 metri; tale distanza, dopo le successive edizioni dei Giochi del 1912 a Stoccolma e del 1920 ad Anversa, venne ufficialmente adottata nel 1921 dalla federazione mondiale di atletica e divenne ufficiale a partire dai successivi Giochi di Parigi del 1924.


 

Thursday, 14 April 2011

3°settimana, 7° giorno (21/185)

Su Runkeeper -> 3°settimana, 7° giorno

Ho deciso di abbandonare il programma di allenamento per le prossime due o tre settimane. Programma che, beninteso, mi impegna per 18 settimane, quattro mesi e mezzo prima del M-Day. Dovrei quindi cominciare a seguirlo religiosamente da meta' maggio e cosi' faro'... Al momento devo abituarmi a correre con costanza, ho dolori ovunque e il braccio non mi da tregua.

Oggi ho corso una trentina di minuti alla mia smodata velocita' lumaca ma ho anche cambiato percorso, cosi' da evitare luoghi dove milioni di altri corridori vanno ad allenarsi. Sono stato superato solo tre volte!

No comments:

Post a Comment